Scritto da Valentina Barile il 01/06/2017 alle ore 16:29:29

Lercio, lo sporco che fa notizia

Pagine: 160

Editore: Shokdom

Di cosa parliamo quando parliamo di Lercio. Un esilarante collettivo di poco meno di trentanove mammiferi di sesso maschile con un’unica femmina della specie. Che scrivono. Sì, hanno imparato a farlo grazie a Rufis, il cane che ha anche insegnato a recitare a decine di attori italiani. Lo trovate a pagina 121, al cane. Rufis. Una feconda agilità di pensiero dice Daniele Luttazzi e di scrittura umoristica dico io. Lercio, lo sporco che fa notizia. Il libro. Il secondo, stavolta per Shockdom. Che contiene anche l’inserto “È morto Berlusconi”, quindi, almeno solo per questo va comprato. Se chiedi a uno dei meno trentanove mammiferi del collettivo perché hanno deciso di raccogliere tutte le notizie lerce non ti rispondono: “Perché tutti scrivono libri, allora pure noi”, ma una cosa più etica: “L’abbiamo scritto principalmente perché odiamo gli alberi e l’idea che dovessero essere abbattuti per fare il nostro libro ci eccitava moltissimo”. L’onestà intellettuale non ha paura di affermarsi! Prima pagina, Mondo, Scienza Cultura e Società, Sport e Spettacolo, e alla fine, sì, anche loro, l’Oroscopo. Per chiudere con un finale strepitoso: le centouno battute sulla morte di Berlusconi.

Lercio: la capacità delle parole, della scrittura, di diventare informazione virale. Non curabile con gli omeopatici.

Acquista il libro

Share on: