Scritto da Amalia Panella il 17/01/2017 alle ore 13:06:33

Insurrezione del lettore: elezione del caso editoriale. Zeugma sceglie: Neve, cane, piede

Modus legendi è un’occasione imperdibile che consegna a noi lettori il potere di eleggere un nuovo caso editoriale, selezionandolo tra cinque libri pubblicati da editori indipendenti.

Dopo il successo dell’esperimento del 2016 la “rivoluzione gentile” insorge nuovamente e fino al 22 gennaio potremo scegliere l’opera che poi acquisteremo in massa dal 12 al 18 febbraio.

L’iniziativa, ideata da Angelo Di Liberto e promossa dalla comunità Facebook  Billy, il vizio di leggere, persegue l’obiettivo di minare le logiche di vendita, quelle che premiano, nella maggior parte dei casi, i nomi noti dell’editoria. La maratona di modus legendi intende, invece, dare visibilità ad autori più o meno sconosciuti, ma soprattutto offrire ai lettori la possibilità di considerare uno scenario editoriale più ampio e diverso da quello propinato dalla grande distribuzione.

La rivoluzione dei lettori, l’anno scorso, ha condotto Il posto di Annie Ernaux (L’Orma editore) in classifica e in particolare ha attivato un virtuoso domino di collaborazioni tra lettori, editori e librai. Quest’anno i libri candidati sono:

Neve, cane, piede (Èxòrma) di Claudio Morandini;

Etica dell’Acquario (Voland) di Ilaria Gaspari;

Ho dormito con te tutta la notte (Hacca) di Cristiana Alicata;

Non piangere (L’asino d’oro) di Lydie Salvayre;

L’ultimo amore di Baba Dunja (Keller) di Alina Bronsky

 

Votare è cosa semplicissima, è sufficiente avere un account Facebook, Twitter o Google+ per registrarsi sul forum di Ultima Pagina e selezionare il titolo che si preferisce.

 

Zeugma sceglie: Neve, cane, piede di Claudio Morandini

Noi di Zeugma abbiamo scelto Neve, cane, piede di Claudio Morandini, pubblicato nel 2015 da Èxòrma nella collana quisiscrivemale.

Morandini, “uno dei romanzieri più competenti e spiazzanti” come definito dalla rivista Pulp, ci regala un’emozionante storia di isolamento e natura.

Lo scorbutico e solitario Adelmo trascorre la sua esistenza sulle Alpi, confortato solo dalla bizzarra presenza di un cane. Le stagioni scandiscono la sua vita cruda che passa tra suggestive immagini della natura circostante e il rapporto con essa, fino a un inatteso ed enigmatico ritrovamento.

Clicca per votare

 
Share on: